Comune di Camerano

S.U.A.P.

I procedimenti e la modulistica relativi al SUAP - Sportello Unico per le Attività Produttive
 

Si avverte che a partire dal 11/01/2016 con delibera di G.M. n. 1 del 07.01.2016 sono entrate in vigore le  tariffe dei diritti segreteria dovuti  per le pratiche presentate al SUAP e riguardanti  le attività produttive-commercio e imprese artigiane , secondo gli importi di cui Allegato “A”.
 

Sportello Unico per le Attività Produttive

Lo Sportello Unico concentra in un solo ufficio i passaggi burocratici necessari per costruire, aprire, trasferire, ampliare un impianto produttivo.
Lo Sportello Unico è titolare del procedimento per il rilascio degli atti autorizzatori o di consenso, comunque denominati, concernenti:

delle attività produttive di beni e/o servizi, come definite dal D.P.R. 447/98 e successive modifiche e integrazioni.

Rientrano tra esse, a titolo di esempio, le attività agricole, commerciali, industriali, artigianali, turistiche ed alberghiere, direzionali, i servizi resi dalle banche e dagli intermediari finanziari, i servizi di telecomunicazioni, ecc…

Responsabile
Ing. Roberto Cittadini mail: urbanistica@comune.camerano.an.it  - Tel. 0717303050

Orario degli uffici al pubblico:
Lunedì dalle ore 10:30 alle ore 13:30
Mercoledì: dalle ore 10:30 alle ore 13:30 (senza la presenza del Resp. di Settore)
Giovedì dalle ore 15:30 alle ore18:00    

Semplificazione e riordino del SUAP (ai sensi del D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160)
In conformità alle previsioni del DPR n. 160/2010, per il SUAP costituisce requisito fondamentale di natura tecnico-operativa la capacità di avviare, gestire e concludere i procedimenti per via telematica.
I requisiti attestati con riferimento allo Sportello Unico del Comune di Camerano sono stati verificati con esito positivo dal Ministero per lo Sviluppo Economico.
La casella di PEC istituzionale, a cui fa riferimento il SUAP, per ricevere la documentazione dalle imprese in formato elettronico è la seguente: comune.camerano@halleycert.it

AUTORIZZAZIONE UNICA AMBIENTALE – AUA – ai sensi del D.P.R. n. 59 del 13 marzo 2013
In data 13 giugno 2013, è entrato in vigore il DPR 13 marzo 2013 n. 59regolamento recante la disciplina dell’autorizzazione unica ambientale e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia di ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese e sugli impianti non soggetti ad Autorizzazione Integrata Ambientale, a norma dell’art. 23 del decreto-legge 9 febbraio 2012 n. 5 convertito, con modificazioni, dalla Legge 4 aprile 2012 n.35 -, che impone ai gestori/titolari degli  stabilimenti interessati di presentare istanza autorizzativa AUA ai SUAP competenti per territorio, per il rilascio, la modifica o il rinnovo, relativi di almeno una delle seguenti matrici ambientali:

Autorità Competente al rilascio, rinnovo ed aggiornamento dell’AUA è la Provincia, secondo quanto previsto dall’art.2, comma 1 lett. b).

La norma prevede comunque che l’istanza debba essere presentata in via telematica allo Sportello Unico delle Attività Produttive del proprio territorio comunale, autorità che provvederà al rilascio del provvedimento finale conclusivo, secondo quanto previsto dall’art. 2, comma1 lett. a).

Al fine di agevolare l’avvio del DPR n. 59/2013 e in attesa dell’emanazione del Decreto di cui all’art. 10 comma 3, per l’adozione di un modello semplificato e unificato per la richiesta di autorizzazione unica ambientale, attualmente in fase di elaborazione tramite il “Tavolo nazionale per la semplificazione e per la predisposizione della modulistica AUA (Regioni e Ministero)”, la Provincia di Ancona ha predisposto uno schema provvisorio di istanza (vedi pagina Ufficio AUA >> Autorizzazione unica ambientale >> Informazioni generali - Ufficio competente), che le aziende interessate potranno utilizzare in questa fase e presentare al SUAP territorialmente competente.

Per quanto riguarda gli allegati e/o schede da allegare all’istanza, in questa prima fase sono le stesse che a tutt’oggi sono utilizzate, per il nostro territorio provinciale, a corredo dei singoli progetti.

SI RICORDA NUOVAMENTE CHE TUTTE LE ISTANZE DEVONO ESSERE PRESENTATE ESCLUSIVAMENTE AL SUAP COMPETENTE, IN VIA TELEMATICA E IN BOLLO.